- Fidas Vicenza

Come fare



La Procedura

L'idoneità alla donazione viene rilasciata sulla base dell'esito di una visita medica e di esami diagnostici e strumentali. Per diventare donatori non è necessario prenotare la donazione. È sufficiente presentarsi al Centro Trasfusionale dell'Ospedale, possibilmente a digiuno o dopo una colazione leggera a base di caffè o the senza latte, tutte le mattine dei giorni non festivi, dal lunedì al sabato, dalle ore 8 alle 11.

La procedura è regolata per legge, secondo il Decreto Ministeriale 3 marzo 2005 del Ministero della Salute riguardante i "Protocolli per l'accertamento della idoneità del donatore di sangue e di emocomponenti" (pubblicato sulla G.U. 13/04/05 N. 85) che prevede, oltre al colloquio con il medico del centro prelievi e alla visita medica, la compilazione da parte del donatore potenziale di un questionario in cui dovrà riportare i propri dati anagrafici e rispondere ad una serie di domande di facile comprensione sul suo stato generale di salute.

È importante sottolineare come la compilazione dei dati debba rispondere a criteri di totale e completa sincerità, per permettere al medico valutatore di farsi un quadro il più esatto possibile sullo stato di salute del donatore ed esprimere un giudizio coerente sulla sua attitudine alla donazione, al fine di salvaguardare la salute del donatore stesso e dei destinatari del sangue donato o dei derivati.

I dati forniti sono coperti dal segreto professionale e sono conservati dal Centro Trasfusionale secondo una rigida procedura, per l'utilizzo da parte del solo personale medico.

Al termine del colloquio, verrà richiesto al donatore di sottoscrivere un modulo di consenso informato alla donazione e al trattamento dei dati personali.

Il candidato donatore, in qualunque momento della procedura, ha diritto ad avere informazioni in merito a quanto si sta svolgendo e può, in qualunque momento, chiedere di ritirarsi o di rinviare la propria donazione.

Il donatore che risultasse non idoneo alla donazione a seguito dei test effettuati sul sangue sarà avvertito dal personale della struttura trasfusionale; ovviamente in tale caso la sua donazione non sarà utilizzata.

Allo stesso modo, il donatore che dopo la donazione si ammalasse o riscontrasse patologie, soprattutto riguardanti l'epatite virale in qualsiasi forma, è tenuto ad avvertire immediatamente il Centro Trasfusionale, che provvederà ad avvertire il paziente trasfuso.

Desideriamo sottolineare che l'Associazione mantiene nei suoi archivi i soli dati relativi allo svolgimento della sua attivita istituzionale: dati anagrafici del socio, gruppo sanguigno di appartenenza e donazioni effettuate. Si consiglia a tale proposito di portare con sé al momento dell'iscrizione la carta d'identità, il tesserino del codice fiscale e la tessera sanitaria.

Basta un click.

Collegandoti a questo link puoi compilare on line la promessa di donazione che viene spedita via mail a Fidas Vicenza. Sarai contattato quanto prima per tutte le formalità del caso.