Il Covid non ferma la Zona 7 (Alto Vicentino)


30/04/2021


di Giulio Vialetto. 

Il 2020 è stato un anno molto particolare per tutti noi, ma nonostante il lockdown, la Zona 7 ha voluto mantenere un atteggiamento proattivo. 

La minore possibilità di viaggiare, il maggior tempo a casa ed i messaggi istituzionali di recarsi a donare il sangue hanno probabilmente incentivato a recarsi con maggior frequenza al centro trasfusionale, ma sicuramente siamo stati molto sorpresi dei risultati del 2020. 

La Zona 7 ha raccolto più di 5500 donazioni, segnando un aumento di quasi il 5% con gli ultimi mesi dell’anno. 

Gli ultimi mesi del 2020 (ed i primi del 2021) vedono le agende di prenotazioni spesso piene per più giorni, se non settimane consecutive. 
I volontari del centro trasfusionale di Thiene non si sono mai fermati da maggio e sono sempre stati presenti L’Ulss 7 ha permesso il proseguimento delle attività di volontariato anche durante la seconda ondata, nel rispetto della sicurezza sia dei donatori che dei volontari stessi, con protezioni adeguate ad operare in sicurezza. 

Così è stato possibile continuare a coccolare i donatori e rendere il disagio del Covid il minore possibile. Questo ci ha permesso di essere presenti anche con piccoli omaggi, in occasioni speciali come la Giornata della Donna, distribuendo mimose l’8 marzo. 

La Zona, in quest’anno di mancanza di attività in presenza sul territorio, ha voluto investire in propaganda acquistando spazi pubblicitari a Santorso, sia nel circuito Tv, che nei parcheggi. 

Non potendo uscire con i gazebo, sono stati utilizzati quanti più mezzi possibili per propagandare il dono del sangue. Le scuole non hanno permesso gli incontri in presenza, ma questo non ha fermato i volontari nelle attività di propaganda. 

Grazie al supporto organizzativo della segreteria provinciale, i Giovani hanno partecipato ad incontri virtuali nelle scuole superiori insieme ad Aido ed Admo. La modalità virtuale non ha fermato la voglia di trasmettere la bontà del nostro messaggio ed il nuovo mezzo non ha perso efficacia.

Dei ragazzi ci hanno già contattato e sono stati prenotati per la visita di idoneità. Per questo ringraziamo tutti i Gruppi della Zona 7 che continuano a lavorare durante questi mesi di difficoltà, i volontari che garantiscono il servizio al centro, ma in particolare i donatori che ci riempiono di parole, sorrisi e risate quando passano in centro trasfusionale.