Procedure di chiamata alla donazione - CORONAVIRUS


21/11/2020


Per fronteggiare questa emergenza è necessario il contributo di tutti, specialmente dei donatori di sangue, qualsiasi sia la zona: gialla, arancione o rossa!

INDICAZIONI PER ACCEDERE AL CENTRO TRASFUSIONALE IN SICUREZZA

Ricordati, quanto ti rechi al centro trasfusionale di:
  • avere con te l'autocertificazione (se in Zona Rossa) [link qui], indicando nella sezione "altri motivi", la Donazione di Sangue,
  • aver effettuato ed avere con te il numero di prenotazione,
  • indossare la mascherina chirurgica (non è più accettata quella in tessuto,  nel caso verrà fornita direttamente dal personale medico).
Ricordiamo inoltre che in caso di contatti con possibili persone positive o se sei in attesa dell'esito del Tampone devi rinviare la tua donazione e non dovrai per nessuna ragione recarti presso il Centro Trasfusionale.

Se vuoi approfondire tutte le misure attuate nei Centri per la sicurezza di tutti, clicca qui.

È possibile continuare a donare in sicurezza presso i servizi trasfusionali, se hai dei dubbi contattaci o chiama direttamente il centro trasfusionale più vicino (qui i numeri).


SERVE IL GREEN PASS PER ACCEDERE AL CENTRO?

No, per accedere ai Centri Trasfusionali non è richiesto il Green Pass.
Questo in quanto le attività trasfusionali non rientrano tra i servizi e le attività il cui accesso è esclusivamente ai soggetti minuti del Certificato Verde Covid.
Per maggiori informazioni rimandiamo alla Nota del Centro Nazionale Sangue a questo [link]

HO AVUTO IL CORONAVIRUS: POSSO RIPRENDERE A DONARE?

Sì, puoi donare se hai avuto il Covid.

Puoi però riprendere a donare al termine del periodo di isolamento previsto dalla Circolare del Ministero della Salute del 30 dicembre 2021 che prevede di:

  • rafforzare l’anamnesi per identificare i donatori con contatto, ad alto (contatti stretti) e a basso rischio, con casi COVID-19 sospetti/confermati; 
  • ammettere alla donazione i donatori che hanno assolto alle misure di quarantena e controllo (autosorveglianza) previste dalla sanità pubblica.
Si rappresenta altresì che i soggetti con diagnosi confermata di infezione da SARS-CoV-2, che abbiano ottemperato alle vigenti disposizioni per il termine dell’isolamento domiciliare e conseguente rientro in comunità, ai fini della donazione di sangue ed emocomponenti possono essere accettati se sono trascorsi almeno 14 giorni dalla completa risoluzione dei sintomi (fatta eccezione per ageusia/disgeusia e anosmia che possono perdurare per diverso tempo dopo la guarigione) oppure in presenza di un test molecolare o antigenico negativo eseguito secondo le tempistiche previste dalla sanità pubblica.

Ti inviatiamo comunque a consultare sempre il sito del Centro Nazionale Sangue a questo link per conoscere gli ultimi aggiornamenti [LINK]



POSSO DONARE SE MI FACCIO IL VACCINO PER IL CORONAVIRUS?
Sì, basterà seguire le consuete sospensioni temporanee alla Donazione, come previsto anche da una Circolare della Regione Veneto [LEGGI LA CIRCOLARE].

Nello specifico il Centro Nazionale Sangue fornire le seguenti indicazioni:
  • i soggetti asintomatici vaccinati con virus attenuati, virus inattivati, vaccini che non contengono agenti vivi o vaccini ricombinati (ad es. vaccini a base di mRNA o sub-unità proteiche, come quello Pfizer/BioNTech, Moderna, Vaxzevria (AstraZeneca) o Janssen) possono essere accettati alla donazione di sangue ed emocomponenti dopo almeno 48 ore da ciascun episodio vaccinale (quindi sia per la prima e seconda somministrazione). 
Quale misura precauzionale, i soggetti che abbiano sviluppato sintomi dopo la somministrazione del vaccino anti-SARS-CoV-2 possono essere accettati alla donazione di sangue ed emocomponenti dopo almeno 7 giorni dalla completa risoluzione dei sintomi.

Maggiori informazioni anche qui fidas.it
Circolare della Regione Veneto sulle Vaccinazioni Covid [LINK]
Circolare del Centro Nazionale Sangue sul Vaccino AstraZeneca [LINK]




Donare Sangue è sicuro!

Ultimo aggiornamento: 30 marzo 2022