Procedure di chiamata alla donazione - CORONAVIRUS


21/11/2020


Per fronteggiare questa emergenza è necessario il contributo di tutti, specialmente dei donatori di sangue, qualsiasi sia la zona: gialla, arancione o rossa!

INDICAZIONI PER ACCEDERE AL CENTRO TRASFUSIONALE IN SICUREZZA

Ricordati, quanto ti rechi al centro trasfusionale di:
  • avere con te l'autocertificazione (se in Zona Rossa) [link qui], indicando nella sezione "altri motivi", la Donazione di Sangue,
  • aver effettuato ed avere con te il numero di prenotazione,
  • indossare la mascherina chirurgica (non è più accettata quella in tessuto,  nel caso verrà fornita direttamente dal personale medico).
Ricordiamo inoltre che in caso di contatti con possibili persone positive o se sei in attesa dell'esito del Tampone devi rinviare la tua donazione e non dovrai per nessuna ragione recarti presso il Centro Trasfusionale.

Se vuoi approfondire tutte le misure attuate nei Centri per la sicurezza di tutti, clicca qui.

È possibile continuare a donare in sicurezza presso i servizi trasfusionali, se hai dei dubbi contattaci o chiama direttamente il centro trasfusionale più vicino (qui i numeri).


SERVE IL GREEN PASS PER ACCEDERE AL CENTRO?

No, per accedere ai Centri Trasfusionali non è richiesto il Green Pass.
Questo in quanto le attività trasfusionali non rientrano tra i servizi e le attività il cui accesso è esclusivamente ai soggetti minuti del Certificato Verde Covid.
Per maggiori informazioni rimandiamo alla Nota del Centro Nazionale Sangue a questo [link]

HO AVUTO IL CORONAVIRUS: POSSO RIPRENDERE A DONARE?

Sì, puoi donare se hai avuto il Covid.

Puoi però riprendere a donare al termine del periodo di isolamento previsto dalla Circolare del Ministero della Salute del 30 dicembre 2021 che prevede di:

  • rafforzare l’anamnesi per identificare i donatori con contatto, ad alto (contatti stretti) e a basso rischio, con casi COVID-19 sospetti/confermati; 
  • ammettere alla donazione i donatori che hanno assolto alle misure di quarantena e controllo (autosorveglianza) previste dalla sanità pubblica.
Si rappresenta altresì che i soggetti con diagnosi confermata di infezione da SARS-CoV-2, che abbiano ottemperato alle vigenti disposizioni per il termine dell’isolamento domiciliare e conseguente rientro in comunità, ai fini della donazione di sangue ed emocomponenti possono essere accettati se sono trascorsi almeno 14 giorni dalla completa risoluzione dei sintomi (fatta eccezione per ageusia/disgeusia e anosmia che possono perdurare per diverso tempo dopo la guarigione) oppure in presenza di un test molecolare o antigenico negativo eseguito secondo le tempistiche previste dalla sanità pubblica.

Ti inviatiamo comunque a consultare sempre il sito del Centro Nazionale Sangue a questo link per conoscere gli ultimi aggiornamenti [LINK]



POSSO DONARE SE MI FACCIO IL VACCINO PER IL CORONAVIRUS?
Sì, basterà seguire le consuete sospensioni temporanee alla Donazione, come previsto anche da una Circolare della Regione Veneto [LEGGI LA CIRCOLARE].

Nello specifico il Centro Nazionale Sangue fornire le seguenti indicazioni:
  • i soggetti asintomatici vaccinati con virus attenuati, virus inattivati, vaccini che non contengono agenti vivi o vaccini ricombinati (ad es. vaccini a base di mRNA o sub-unità proteiche, come quello Pfizer/BioNTech, Moderna, Vaxzevria (AstraZeneca) o Janssen) possono essere accettati alla donazione di sangue ed emocomponenti dopo almeno 48 ore da ciascun episodio vaccinale (quindi sia per la prima e seconda somministrazione). 
Quale misura precauzionale, i soggetti che abbiano sviluppato sintomi dopo la somministrazione del vaccino anti-SARS-CoV-2 possono essere accettati alla donazione di sangue ed emocomponenti dopo almeno 7 giorni dalla completa risoluzione dei sintomi.

Maggiori informazioni anche qui fidas.it
Circolare della Regione Veneto sulle Vaccinazioni Covid [LINK]
Circolare del Centro Nazionale Sangue sul Vaccino AstraZeneca [LINK]


TAMPONE GRATUITO PER I DONATORI

Dal 5 novembre 2020 (LEGGI LA CIRCOLAREsi rende nota l’estensione ai donatori di sangue ed emocomponenti dell’offerta gratuita di screening per SARS-CoV-2, specificando che è facoltà degli stessi avvalersi del suddetto test di screening, non vincolante ai fini della donazione.

Il processo messo in atto dalle Aziende ULSS del nostro Territorio è diverso rispetto alla propria ULSS e richiede sempre la certificazione dell'avvenuta donazione rilasciata dal personale medico. Nello specifico.

ULSS 8
[visitare questo link della ULSS8 prima di accedere al Centro Tamponi visti i continui aggiornamenti]
In tutti i punti tamponi dell’ulss 8 berica l’accesso potrà avvenire solo su prenotazione tramite portale icup

ULSS 7
[visitare questo link della ULSS7 prima di accedere al Centro Tamponi visti i continui aggiornamenti].

Ricordiamo inoltre che:
  • Il test non è vincolante per la donazione
  • I donatori possono accedere con il certificato di avvenuta donazione entro 7 giorni dalla donazione per eseguire il test antigenico rapido
  • In caso di positivita' deve essere data immediata comunicazione al servizio trasfusionale di afferenza

Il tampone deve eseguirsi comunque entro sette giorni dalla donazione, previa presentazione della certificazione di avvenuta donazione. 

In caso di positività al tampone rapido, sarà cura del Donatore segnalare la propria positività al Centro Trasfusionale presso il quale ha effettuato la donazione.

Qui l'elenco aggiornato dei Punti Tampone






Donare Sangue è sicuro!

Ultimo aggiornamento: 30 dicembre 2021